Succede in Francia e in Europa.

Succede in Francia e in Europa Tonino D’Orazio 20 marzo 2017. Si deve difendere i diritti del tuo peggiore avversario politico in nome della democrazia popolare? Forse sì. Le presidenziali francesi sono una carta di tornasole per tutta l’Europa. Vorrei fortemente che la Le Pen perdesse, ma a suon di voto popolare, non di trucchetti giudiziari “urgenti” e mal confezionati. … Continua a leggere

Il fallimento della governance europea

Tonino D’Orazio 13 marzo 2017. Indipendentemente da chi, e come, sceglie questa Europa con passione, la situazione di crisi sembra essere sempre più evidente. Un gruppetto di paesi, intanto a quattro, e ironia della sorte tre sono mediterranei in difficoltà e un altro, la Germania, in cerca di assodare la sua area di dominio economico e politico, si “associano” contro … Continua a leggere

Libro bianco di Juncker e amici.

Libro bianco di Juncker e amici. Tonino D’Orazio, 6 marzo 2017. Le oligarchie dell’Unione Europea tentano di accelerare definitivamente la sua costruzione istituzionale. Dati i tempi e le premesse sembra più una fuga precipitosa in avanti proprio in un periodo di turbolenze popolari. Il Libro Bianco parte dalla premessa, senza sorridere, che, nella UE, 500 milioni di cittadini vivono liberi … Continua a leggere

Populismo e razzismo

Populismo e razzismo. Tonino D’Orazio  27 febbraio 2017. La tendenza, nella stampa europea di centro-sinistra, è quella di legare indissolubilmente le due tematiche, aggiungendovi anche un pericolo per la “nostra” democrazia occidentale. Alcuni fanno riferimento al 1933, l’ascesa del nazismo. In realtà, molto probabilmente, slegando i termini e analizzandoli, l’amalgama diventa perlomeno difficile se non impossibile. Ovviamente l’effetto Trump, devo … Continua a leggere

La fine dei supermercati.

La fine dei supermercati Tonino D’Orazio  19 febbraio 2017. Oppure il suo ridimensionamento in tempi brevi. Gli Iper, i Super mercati costano troppo in gestione. Intanto hanno divorato migliaia di piccoli negozi e messo sul lastrico milioni di persone, pur assumendone  altre a basso costo, e in confronto, qualche migliaio di lavoratori precari, sempre più pagati con le noccioline (voucher), … Continua a leggere

La débâcle euro-atlantica

La débâcle euro-atlantica Tonino D’Orazio 7 febbraio 2017. Panico generale nell’establishment europeo. I dirigenti euro-atlantici sono spaventati, traumatizzati, sconvolti, paralizzati, lividi, democraticamente vendicativi. Compresi tutti i mass media a loro fedeli. Arroccati, aggrappati. Riporto semplicemente i propositi del nuovo presidente degli Stati Uniti, dai quali si possono trarre, se confermati, che il mondo è cambiato, cioè un mondo è cambiato, … Continua a leggere

La piovra globalista

La piovra globalista Tonino D’Orazio 2 febbraio 2017. Ha messo le mani sull’umanità intera. In cima alla piramide, cioè all’occhio, c’è un gruppetto oligarchico che ci possiede tutti. Non si tratta di complottismo ma di ricerca ragionata che tutti possono cercare e confrontare, pezzo per pezzo, ogni mattone e incrocio citati. I nomi e le sigle sono tutti su Wikipedia, … Continua a leggere

L’ineguaglianza è illegittima.

L’ineguaglianza è illegittima. Tonino D’Orazio. 16 gennaio 2017. Ciò che colpisce di più nel dibattito televisivo dei candidati delle primarie della “sinistra” francese, tralasciando la totale condivisione di tutti della linea guerrafondaia di Hollande, è il concetto minoritario che essi hanno sull’uguaglianza dei cittadini, compresa la ridistribuzione del reddito prodotto dal proprio paese. Uno solo, Benoit Hamon, ha difeso questa … Continua a leggere

Un 2017 inquieto.

Un 2017 inquieto Tonino D’Orazio 11 gennaio 2017. L’arrivo alla presidenza degli Stati Uniti di Trump sta mostrando l’asprezza del dibattito politico in corso, che, per quel che rappresenta quel paese, diventa per forza mondiale. Obama, nelle sue ultime settimane, sta mostrando come impiantare ingenuamente mine  ritardate sul tragitto del successore. L’establishment finanziario neoliberista, profondamente legato ai democratici, non si … Continua a leggere

Buone feste a Aleppo.

Buone feste a Aleppo. Tonino D’Orazio 26 dicembre 2016. Aspettando Mossul di cui non ci dicono più niente, anche se penso che qualcuno la stia bombardando “intelligentemente” colpendo un individuo cattivo alla volta. Qualche volta, forse, due o tre. Tanto c’è tempo e i curdi che non si fidano costruiscono trincee. Aleppo sembra la sconfitta (di nuovo) del mondo virtuale … Continua a leggere