Trump, Obama e l’oligarchia globale

Trump, Obama e l’oligarchia globale Tonino D’Orazio 21 novembre 2016 Malgrado il voto democratico abbia premiato Trump, tutto l’establishment, la struttura di potere mondiale e americana, non demorde.  L’establishment non ama il popolo e il popolo sembra averlo capito e lo ripaga, non solo con il devastante Brexit, ma anche in tanti altri paesi occidentali, sempre di più. Tutti i … Continua a leggere

Il Trump incompreso

Il Trump incompreso Tonino D’Orazio 9 novembre 2016 Si vede che non ce l’hanno fatta, i mass media a convincerci di tifare per la guerrafondaia Hillary. Non so se sarà possibile e fin dove, ma in politica internazionale propone “giusti accordi” invece che la guerra (anche economica) e per le sanzioni alla Russia ci lascia giustamente in mutande. Lo staff … Continua a leggere

Attacco all’Italia, del NO.

Attacco all’Italia, del NO. Tonino D’Orazio 8 novembre 2016 L’attacco alla democrazia e alla Costituzione italiana viene da lontano, dalla P2 di Gelli alla massoneria politico-economica nostrana e anglosassone. Lo sgretolamento della Costituzione anti fascista, e quindi anti padronale o oligarchico, ma a sovranità popolare, è sempre stato presente, sin dal 1948. Oggi, con il Si del burattino Renzi i … Continua a leggere

Europa, un caos che avanza.

Europa un caos che avanza Tonino D’Orazio 31 ottobre 2016. Se questa Unione funziona sulla competitività, e non solo economica, non cambia nulla del passato e prima o poi si viene alle mani. Speriamo sempre in senso figurato, ma a parole già ci siamo. Alla 60° commemorazione della rivolta ungherese del ’56, tenutasi a Budapest, Viktor Orbàn ha tenuto a … Continua a leggere

Sta ripartendo l’ArmIR.

Sta ripartendo l’ARMIR Tonino D’Orazio, 17 ottobre 2016. La Nato: “Anche soldati italiani schierati al confine russo“. E’ tornato l’Asse, un po’ modificato ma con alcune componenti storiche presenti. E di nuovo lo stesso “nemico”. La Nato, dopo aver accerchiato la Russia con l’operazione Anaconda, (non è un serpente velenoso, strangola soltanto), continua la tiritera di “Ciccio toccami! Mamma Ciccio … Continua a leggere

Emigrazione e numeri.

Emigrazione e numeri. Tonino D’Orazio 8 ottobre 2016. Dal 1861 fino alla prima guerra mondiale, in 60 anni, con ondate ad ogni crisi ventennale, andarono via dall’Italia circa 15 milioni di connazionali. La stragrande maggioranza era del Mezzogiorno, ma non furono da meno i veneti, né gli allora austroungarici friulani. Dall’epoca dell’unità forzata del Paese sono state registrate più di … Continua a leggere

A me gli occhi

A me gli occhi. Tonino D’Orazio 3 ottobre 2016. Incredibile. Tutto ricomincia daccapo. Eppure qualcuno diceva che in fondo l’esperienza, individuale e collettiva, è la somma delle fregature prese. Veramente utilizzava un termine scurrile. E questo popolo sembra non aver ancora imparato nulla. La fiera elettorale ricomincia dalle promesse vecchie e ricorrenti da quasi 20 anni, (vedi riduzione delle tasse, … Continua a leggere

SI debole perché NO è onnicomprensivo

SI debole perché NO è onnicomprensivo. Tonino D’Orazio 23 settembre 2016. Bratislava (summit dei leader europei) sancisce con profonde divergenze una ulteriore spaccatura di questa Unione. Il non aver capito che la “risoluzione” dei rapporti con l’Urss dei cosiddetti paesi del’est passasse soprattutto tramite una forte concezione di identità nazionale, sembra un grosso sbaglio. Prodi compreso che, facendo di tutto … Continua a leggere

Il grande circo è iniziato.

Il grande circo è iniziato. Tonino D’Orazio, 15 settembre 2016. Ovvero la cintura di sicurezza internazionale intorno a Renzi. Il referendum contro la deforma costituzionale fa paura ai poteri forti. Infatti tutto il dibattito del circo Barnum si svolgerà, (grazie a questa Costituzione), purtroppo non sui diritti democratici di cittadinanza, ma solo sugli aspetti più interessati dei padroni nostrani e … Continua a leggere

Quel vil denaro

Quel vil denaro Tonino D’Orazio, 7 settembre 2016. I soldi sono una parodia dei sentimenti umani più bassi. Sono necessari per vivere in un quadro che la storia sembra averci prefissato, e dicono che non hanno odore. Hanno in sé attrazione e repulsione. Arano in profondità l’animo umano e spesso permettono di essere valutati per quel che si è. Intanto … Continua a leggere